ANEMGI-ONLUS  Associazione per la NeUroGastroenterologia e la Motilità Gastrointestinale 
This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it

Trattamento Disfagia Print E-mail
TERAPIA DELLA DISFAGIA

La disfagia può giovarsi della terapia con L-dopa, mentre risulta peggiorata dall’uso di  anticolinergici. L’assunzione dei farmaci dopaminergici dovrebbe essere monitorizzata per assicurare che l’effetto maggiore del farmaco si raggiunga durante i pasti. Bisogna considerare che la stasi dei farmaci nelle vallecole  può comportare un assorbimento irregolare e di conseguenza una mancata risposta clinica [11].
Nel caso di disfagia è importante ricercare sempre attentamente i sintomi, specifici e aspecifici, da reflusso gastroesofageo: in tale condizione il trattamento del reflusso spesso comporta la risoluzione della sintomatologia disfagica [29, 32]


   APPROCCIO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO 
1a Ottimizzazione della  
Terapia anti-Parkinson
1b SE:  

  • pirosi e/o 
  • rigurgito 


Terapia anti RGE 
 

      • Domperidone e/o
      • Inibitori Pompa Protonica
2

SE:

Videofluoroscopia della Deglutizione

3

SE:  

  • assenza di pirosi e/o rigurgito 
  • normale videofluoroscopia  

Manometria Esofagea
pH-Metria Esofagea